Così la blockchain può difendere l’arte


L’obiettivo è stato quello di creare un protocollo basato sulla blockchain per tutelare la proprietà intellettuale e l’autentificazione delle opere d’arte. Il principio alla base dei protocollo è che se produco o possiedo un’opera d’arte e la voglio vendere, quest’opera d’arte può essere accettata come autentica soltanto se accompagnata dal suo “gemello digitale”, che in questo modo ne attesta l’originalità.
Ogni opera d’arte sarà così accompagnata da un virtual twin basato sulla blockchain, quindi unico e immodificabile, impossibile da clonare. Diventerebbe così impossibile vendere un’opera d’arte che non sia accompagnata dal virtual twin, che traccerebbe la catena dei proprietari.
Quando un’opera viene “rubata”, scatta un alert che renderebbe di fatto “invendibile” il bene rubato, tracciando una “linea rossa” nella lista dei proprietari.
Questo protocollo è inoltre in grado di garantire gli originali che potranno essere soltanto quelli effettivamente registrati, mentre una eventuale contraffazione non potrebbe contare sulla certificazione digitale via blockchain e non potrebbe quindi essere “spacciata” per originale dai falsari.
La blockchain è la soluzione tecnologica perfetta per il nostro servizio, perché soddisfa due requisiti fondamentali: validare l’unicità e immodificabilità di un bene, e costruire un sistema di garanzia certificata nel caso in cui le parti che interagiscono non si conoscono e non si possono fidare le une delle altre.

artCODE e il potenziale della Blockchain


Il potenziale della tecnologia blockchain è utilizzato da artCODE per creare congiuntamente una soluzione integrata per la lotta alla contraffazione, per fornire alle autorità preposte i mezzi per individuare rapidamente i falsi e le attività criminali, aiutando le imprese operanti nella legalità a tutelare i propri beni e mettendo a disposizione dei consumatori lo strumento per operare scelte consapevoli e sicure.
La tecnologia blockchain in termini di collegamento di sistemi è garanzia di sicurezza e inalterabilità dei dati condivisi, ed ha lo scopo di instillare fiducia nel nostro ecosistema operante nella legalità, a vantaggio dei cittadini, delle imprese e delle autorità di contrasto.
Siamo convinti che sia possibile dare vita a un’alleanza basata su stretti contatti in rete per garantire l’autenticità delle opere d’arte, tutelare i consumatori e contrastare le attività illegali e criminali.

La validità di un certificato artCODE in blockchain


I certificati artCODE sono archiviati nella nostra applicazione blockchain privata per garantire maggiore sicurezza e trasparenza.
La tecnologia blockchain previene l’uso non corretto dei certificati e rende le frodi facilmente identificabili. Chiunque può verificare la validità e i dettagli del certificato, in quanto i dati sono archiviati in modo protetto da artCODE.
Come posso verificare la validità di un certificato?
Scansiona il codice con un QR scanner a tua scelta. Gli scanner per QRcode possono essere facilmente scaricati dalle principali app store, a seconda del tipo di dispositivo che si possiede. Una volta scansionato il QR Code, l’app ti porterà sulla blockchain di artCODE, mostrando lo status e i dettagli del certificato.

Certificati artCODE con tecnologia Blockchain
Sicuri, immediati e sempre affidabili


Tutti i nostri certificati di autenticità, offrono un grado di sicurezza e tracciabilità mai ottenuto prima grazie alla tecnologia blockchain.
Grazie all’archivio dei dati nella nostra piattaforma blockchain, sarà possibile ottenere una conferma immediata della validità e dell’aggiornamento del certificato di autenticità, mantenendolo sempre al sicuro da possibili minacce.
Con l’introduzione della tecnologia blockchain, siamo i primi, nel settore della certificazione dell’arte, a fare un passo avanti nella digital assurance, fornendo ai nostri clienti uno strumento per comunicare, in modo trasparente, l’impegno verso la conformità alle regole e generando di fatto un nuovo standard.
Cos’è blockchain ?
La tecnologia blockchain sta rivoluzionando il modo in cui i dati sono memorizzati e condivisi. Utilizzando la crittografia, per mantenere la sicurezza delle informazioni, blockchain offre un archivio decentralizzato. Basata su un network di computer, che devono tutti approvare qualsiasi aggiornamento prima che possa essere validato e registrato, blockchain riduce il legame di dipendenza e la vulnerabilità rispetto ad un archivio dati centralizzato.
I nostri certificati sono archiviati in una blockchain privata, dove solo artCODE ha la possibilità di creare nuovi certificati o modificare quelli già esistenti, utilizzando i benefici della tecnologia come l’autenticazione, la decentralizzazione delle informazioni e la crittografia di sicurezza. I dati del certificato, nonostante siano modificabili solo da artCODE, sono tuttavia accessibili per libera consultazione da tutti i clienti e stakeholder.
Come funziona ?

Una volta emesso il certificato, una vera e propria identità digitale univoca è assegnata a ciascun certificato. Tutti i certificati digitalizzati sono contrassegnati e facilmente tracciabili, mentre l’originale è conservato nella catena di computer, comunemente chiamati nodi, che formano la blockchain. I certificati sono tracciati parallelamente anche nel nostro ambiente di produzione. Questo doppio tracciamento permette di creare una catena di transazioni, impenetrabili e totalmente trasparenti, permettendo con facilità di individuare certificati non originali o eventuali tentativi di frode, conseguenti all’alterazione dei dati.
Immediata tracciabilità e verifica della validità
Tutti i certificati, nuovi o ri-emessi, avranno un QRartcode, leggibile grazie ad un qualsiasi smartphone o device fornito di un QR-scanner, che permetterà di visualizzare immediatamente tutti i dati connessi con il certificato salvati in blockchain.
Chiunque potrà, quindi, verificare velocemente la validità di un certificato e del suo contenuto attraverso il nostro QRartcode o, in alternativa, accedendo al nostro registro pubblico dei certificati.



artCODE, nasce la certificazione blockchain per le opere d’arte.

L’applicazione sviluppata digitalizza i dati, creando identità che vengono memorizzate in originale in una rete di computer anziche’ in un sistema centrale.
ArtCODE porta la blokchain nel settore dell’arte per rendere i certificati di autenticità unici, tracciabili e non falsificabili. Il risultato dell’impegno per lo sviluppo del concetto di fiducia digitale si prefigge di rinnovare il settore della certificazione delle opere d’arte.
Si tratta della prima applicazione blockchain, al di fuori dell’industria finanziaria, creata specificatamente per il settore dell’arte, che mostra le interessanti caratteristiche offerte da questa nuova tecnologia. All’emissione dei certificati di autenticità artCODE, fa seguito un processo che digitalizza i dati e li invia alla blockchain con l’assegnazione di un’identità digitale. I certificati artCODE, così univocamente identificati e tracciabili, vengono poi memorizzati in originale in una rete di computer, invece che in un unico sistema centrale.
Questo sistema permetterà di combattere frodi e chiunque, grazie al QRartcode sul certificato, potrà autonomamente verificare nella blockchain se l’opera d’arte è certificata e quindi autentica. La blockchain sta ormai rivoluzionando il sistema economico e non solo, modificando alla base i concetti di transazione, proprietà e fiducia. Garantisce trasparenza, dando vita ad archivi immutabili e condivisi e per questo inalterabili e immuni da alterazioni fraudolente.
Un’evoluzione che costituisce il primo passo verso la costruzione di un nuovo concetto di digital assurance utilizzando la blockchain e stabilendo nel mondo dell’arte un nuovo standard nella certificazione delle opere d’arte.

Comunicato stampa _26 luglio 2018


Sintetica definizione di blockchain

La definizione di blockchain è ormai ben nota: si tratta di un data base distribuito (una sorta di registro delle transazioni dove i dati non sono memorizzati su un solo computer, ma su più macchine collegate tra loro via Internet, attraverso un’applicazione dedicata che permette di interfacciarsi con la “catena”) fatto di blocchi di dati che memorizzano transazioni; per essere consolidato all’interno di un blocco, ogni dato, e successivamente ogni blocco prima di essere inserito nella “catena”, viene sottoposto a un processo di validazione.

Perché la blockchain è importante per le certificazioni

Ecco le caratteristiche che rendono questa tecnologia particolarmente interessante: 

Digitale. Valuta, contratti, documenti… nella blockchain tutto diventa digitale e le transazioni inserite nella catena possono riguardare qualsiasi asset, qualsiasi diritto o contenitore di valore e informazione. 

Sicura. Grazie al processo di crittografia che la caratterizza, non è possibile variare o apportare delle modifiche ai blocchi già inseriti nella catena; i dati in essa salvati sono quindi sicuri, certi e non manipolabili.
 Attendibile. Essendo organizzata cronologicamente (i blocchi vengono aggiunti alla catena secondo un preciso ordine cronologico immodificabile) impedisce l’insorgere di contestazioni in merito all’esecuzione, per esempio, delle diverse fasi di un contratto.
 Affidabile. Le sue caratteristiche tecniche impediscono qualsiasi perdita di dati o danneggiamento: se anche uno dei nodi nei quali è salvata la catena venisse danneggiato, gli altri seguiterebbero a funzionare tenendo stabile la catena, senza alcuna perdita di dati.
 Veloce. Non richiede un’entità centrale che ne verifichi la congruità e validità, questa avviene per consenso del network, ed essendo una soluzione completamente digitale elimina tempi di esecuzione, controlli, carta, back-office e rischi operativi.